Articoli

Protocollo Operativo

Protocollo TSCM

1. CONTATTO INIZIALE
     Il contatto deve avvenire in modo da non utilizzare i canali cui si sospetta un’attività illecita di sorveglianza, si devono quindi evitare telefoni, email, fax, cellulari ecc.
     Si deve, ovviamente, evitare di discutere dei sospetti che si hanno e dell’intenzione di fare una bonifica ambientale, negli usuali luoghi di lavoro, quali ufficio, automobile ecc.
     Se dovete parlare di queste tematiche, recatevi all’aperto e ricordate di lasciare qualsiasi cellulare o dispositivo elettronico in automobile
     Come contattarci? Inviateci un telegramma richiedendo un incontro, comunicando una data (superiore a 5gg dalla spedizione) e un luogo in vostra disponibilità, una colazione di lavoro in un bar va benissimo, l’indirizzo è il seguente

MRS COMPUTER TECNOLOGY SRL Via Nizza 11 00198 Roma

    Chiamateci da una cabina pubblica o da un cellulare di un vostro amico
    Per urgenze, contattare il numero 3483835978, richiedendo una colazione di lavoro, rispettando comunque le regole di questo protocollo.


2. INCONTRO FACCIA A FACCIA
     Il Cliente non deve riferire a nessuno, compresi i familiari, che avrà un’incontro su queste tematiche, ne parlarne al telefono o in luoghi dove comunemente conferisce con atri
     Presentarsi all’incontro, senza portare nessun apparato elettronico, cellulare incluso, se non si può fare a meno di separarsene, lasciarlo in auto o togliere la batteria prima dell’incontro
     Si procederà a una preliminare discussione riguardo i sospetti del Cliente
     In questa fase viene anche deciso cosa fare se il controllo da esiti positivi
     In questa fase viene pianificata la bonifica ambientale, decidendo luoghi ed un calendario date, in modo tale da poter scegliere noi, a sorpresa, quando operare
     Al Cliente viene preventivata la spesa totale da affrontare per un controllo “one-shot” oppure un abbonamento prepagato che permette il monitoraggio nel tempo, infatti è sempre opportuno che nemmeno il Cliente venga a conoscenza di quando è stata pianificata l’attività di controllo


3. ISPEZIONE ESTERNA PRELIMINARE
     Prima della Bonifica Ambientale viene effettuata una ricognizione RF all’esterno e vengono mappate e localizzate le eventuali fonti di trasmissione radio.
     Controllo visivo del perimetro esterno, cavi sospetti, accessi praticabili ecc.

4. ANALISI VULNERABILITA’

  • Identificazione aree sensibili
  • Penetration test dei sistemi informatici per la localizzazione di possibili debolezze dei sistemi di sicurezza delle reti, incluso Wardriving WiFi
  • Analisi dei sistemi di comunicazione, centralino, fax, internet ecc.
  • Valutazione delle strutture, soppalchi, intercapedini e mobilio

5. BONIFICA AMBIENTALE

  • Controllo delle radiofrequenza da 0 a 6GHz con analizzatore di spettro portatile
  • Controllo con termocamera dei “punti caldi”, muri, scatole di derivazione, interruttori, controsoffitto, sedie, divani e mobilio
  • Ispezione con endoscopio dell’interno di strutture non ispezionabili, intercapedini, scatole e corrugati
  • Controllo accurato con NLJD delle pareti, mobili, vasi, poltrone e divani ecc. Questa strumentazione permette di rilevare le giunzioni non lineari, in pratica rileva qualsiasi circuito elettronico, anche se spento o non funzionante, nel caso di specie, si tratta di microspie a radiocomando attivabili a distanza o con batteria scarica o altro similare e quindi, non essendo al momento attive, non sarebbero identificabili con normali apparecchiature da bonifica
  • Controllo del livello di radioattività con dosimetro
  • Controllo dei livelli di elettromagnetismo
  • Controllo infrarosso per la rilevazione di microfoni laser
  • Ispezione di tutti gli oggetti, scatole, prese, ecc. che presentano anomalie all’infrarosso o elettromagnetiche
  • Investigazione informatica su registratori digitali, sistemi di monitoraggio, su PC e cellulari
  • Installazione di contromisure, Jammer ed elettronici, si tratta di disturbatori di radiofrequenze e vengono utilizzati per inibire microspie, tracciatori GPS, capsule microfoniche ecc. (se richiesto)
  • Rimozione del reperto individuato, anche in base alla decisione preliminare su che cosa bisogna fare in caso di esito positivo
  • Briefing finale e report attività svolte e valori rilevati

Annotazioni utili
- procurarsi tutte le chiavi per accedere in ogni locale
- avere a disposizione una scala
- reperire tutte le informazioni che possono essere utili, come accessi non autorizzati, tentativi di furto ecc.


nel frattempo...
- non parlare con nessuno del nostro servizio
- comportatevi normalmente
- non rivelate nessun sospetto
- limitate le conversazioni riservate
- prendete nota di qualsiasi cosa vi insospettisca
- se trovate una microspia, pianificate bene la vostra reazione, se si tratta di spionaggio, potreste controinformare gli avversari, utilizzandola a vostro vantaggio